LabLib – Appalti: novità in arrivo

Con la legge delega 28 gennaio 2016 n. 11 al Governo è stato delegato il recepimento di una serie di direttive comunitarie in materia di appalti e il riordino della normativa in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, nel rispetto del cd divieto di “gold plating” (divieto di introdurre o conservare livelli di regolazione superiori a quelli individuati dal legislatore comunitario). L’Esecutivo dovrà realizzare i seguenti obiettivi: possibilità di affidamenti attraverso procedure derogatorie solo in casi tassativamente individuati, revisione della disciplina applicabile agli affidamenti di importo inferiore alla soglia di rilevanza comunitaria, riduzione del numero delle stazioni appaltanti, rafforzamento dei poteri dell’Anac, contenimento degli oneri economici e documentali a carico delle imprese.